L’esperienza Etoile conquista i palati di uno degli imprenditori più ricchi al mondo in vacanza presso il lussuosissimo Casadelmar, in Corsica. All’interno della struttura ha alloggiato, durante l’estate, il dirigente di una nota compagnia francese assieme a tutta la famiglia di origine ebraica che ha espressamente richiesto di poter gustare i piatti della tradizione italiana a patto, però, che rispettassero i rigorosi dettami della cucina Kosher.

Ad adempire al delicato compito è stato incaricato come personal chef Francesco Triscornia, docente di Cucina del Campus Etoile Academy. “E’ stata un’esperienza incredibile e di grande arricchimento. Ad affiancarmi c’era il rabbino della famiglia che controllava scrupolosamente se gli accostamenti fossero corretti. Qualche curiosità: non potevo mischiare la carne con il latte, mi era consentito cucinare solo il pesce con le spine”.

La parola Kosher, infatti, sta a significare “adeguato” al rispetto delle regole alimentari stabilite dalla Torah, interpretate dall’esegesi nel Talmud e codificate nel Shulkan Aruk.

“Il caciucco, la pizza e la pasta fresca sono i piatti che hanno più apprezzato – continua Triscornia -. Spero di essere stato all’altezza della cucina gourmet di Casadelmarm dove ho avuto il piacere di lavorare con l’excevutive chef Fabio Bragagnolo, due stelle Michelin ed ex corsista dell’Etoile quand”era a Chioggia”.