Diventa Chef

Il programma completo del corso

PROSSIME SESSIONI »
11 Febbraio 2019

Il mestiere del cuoco, la storia della cucina e la brigata

  • La brigata di cucina: gerarchia, ruoli e suddivisione delle varie mansioni
  • La cucina: storia, reparti e aree
  • Le attrezzature per la conservazione degli alimenti: funzionamento, manutenzione e disinfezione
  • Le attrezzature per la lavorazione degli alimenti: funzionamento, manutenzione e disinfezione
  • Le attrezzature e i materiali per la cottura degli alimenti: funzionamento, manutenzione e disinfezione
  • Sistemi di conservazione, abbattimento, congelamento e surgelazione
  • Elementi di contrattualistica del lavoro, previdenza e assicurazione

Fondi, brodi e salse

  • Preparazione e loro utilizzo e importanza in cucina
  • I principali brodi: vegetale, di carne, di pesce
  • Il consommè e la chiarificazione dei brodi
  • I roux: bianco, biondo e bruno
  • Le componenti del fondo: elementi aromatici, elementi nutritivi e acqua
  • I principali fondi di cucina: fondi bianchi e fondi bruni, di vitello, bianco comune, fondo bruno di vitello, fondo bruno legato
  • Fondi maturati
  • Le salse vellutate
  • Salse madri: vellutata comune, vellutata di pesce, salsa al pomodoro, salsa besciamella, bisque di crostacei, brodetto ristretto di pesce di fondale
  • Salse derivate: ragù alla bolognese, salsa aurora, salsa mornay
  • Salse emulsionate: stabili (maionese) e instabili (vinagrette, citronette)
  • Salse fini: bernese, olandese, maltese e burro bianco
  • Salse derivate: dalla salsa pomodoro, dalla salsa besciamella e dalla salsa maionese, salsa americana, salsa all’arancia e salsa al vino rosso
  • Le principali sostanze leganti ed emulsionanti delle salse
  • Stoccaggio delle salse e organizzazione in cucina

Pasta fresca, risotti e primi piatti

  • Caratteristiche organolettiche, nutrizionali e morfologiche di riso e pasta, farine e farine speciali
  • Caratteristiche merceologiche di riso, pasta e farine
  • Abburattamento e forza della farina
  • Utilizzo delle farine nelle preparazioni di cucina e di pasticceria
  • Gli ingredienti utili per la realizzazione di impasti diversi e le loro funzioni all’interno dell’impasto
  • Indici di valutazione della qualità della pasta
  • Il glutine e la sua importanza tecnologica in cucina
  • Gli amidi e il loro utilizzo in cucina
  • I vari formati della pasta e la realizzazione di formati tipici regionali
  • Pasta alimentare fresca all’uovo, trafilata, farcita
  • Impasto, stesura e formatura della pasta
  • Ravioli, tortelli, tortellini, cappelletti, agnolotti, cannelloni, lasagne, tagliatelle, fettuccine, pappardelle, tagliolini, spaghetti alla chitarra, pici, maloreddus, orecchiette, cavatelli, maccheroncini, casarecce, cortacee, farfalle, garganelli, scialatielli, pizzoccheri e maltagliati
  • Le paste speciali: agli spinaci, agli agrumi, al caco, alle castagne, al nero di seppia, alle erbette, al pomodoro
  • Gli gnocchi: di patate, alla parigina, di semolino, di ricotta
  • Le ricette a base di riso: risotti, risottati timballi dir riso, arancini di riso
  • I primi piatti della tradizione italiana
  • La corretta cottura della pasta
  • Le salse classiche: amatriciana, carbonara, gricia, alla norma, alla bolognese, al ragù, aglio olio e peperoncino, puttanesca, pomodoro, all’arrabbiata, al tonno, all’ortolana
  • Tecniche di confezionamento
  • Tecniche di conservazione
  • Impostazione del servizio e gestione delle comande per la partita dei primi

La carne

  • Caratteristiche organolettiche, nutrizionali e morfologiche
  • Classificazione delle specie e delle razze (caratteristiche merceologiche)
  • Gli animali da cortile: carni bianche e carni scure
  • La selvaggina da piuma e da pelo
  • Fasi della macellazione e importanza della frollatura
  • Classificazione dei tagli in prima, seconda e terza categoria e loro impiego in cucina
  • Tagli ricavati da coscia: filetto, controfiletto, fesa, noce, scamone, girello e campanello
  • Tagli ricavati dalla spalla: fesone di spalla, fusello di spalla, rotondino di spalla, girello, brione, muscolo sartorio, biancostato, capello del prete
  • Le frattaglie bianche e rosse, coratella e rigaglie
  • Le lavorazione preliminari per la carne
  • Realizzazione delle tecniche di cottura di base
  • Tecniche di cottura (bollito, brasato, stufato, arrosto)
  • Ricette per le carni bianche: pollo alla cacciatore, pollo alla romana, saltimbocca alla romana, scaloppine al limone, al vino bianco, alla valdostana, coniglio farcito
  • Tecniche di conservazione
  • Terminologia tecnica

Il pesce

  • Caratteristiche organolettiche, nutrizionali e morfologiche
  • Classificazione (caratteristiche merceologiche): pesci, crostacei e molluschi
  • Pesci di mare, di acqua dolce e diadromi (pesci cartilaginei e pesci ossei)
  • Il pesce azzurro e la sua importanza nell’alimentazione
  • Le marinature: a secco, liquide e cotte
  • Parametri di freschezza riconoscibili in fase di acquisto
  • Pulizia del pesce
  • Le lavorazioni preliminari di pesci e crostacei
  • Sfilettare il pesce: pesci tondi, e pesci piatti
  • Porzionatura del pesce: filetti, baffe, darne, trancio, filetto centrale, ventresca, coda, tasca, taglio a sashimi e tartare
  • Diverse tecniche di preparazione e cottura del pesce azzurro nella dieta: acciughe, sgombri, triglie, sardine, tonno, pesce spada
  • Tecniche di cottura
  • Tecniche di conservazione
  • Terminologia tecnica

Secondi piatti

  • Secondi piatti della tradizione italiana ed internazionali: ricette e realizzazione.
  • Studio della composizione del piatto: abbinamento contorni e grammatura pro capite.
  • Impostazione del servizio e gestione delle comande per i secondi piatti.

Gli ortaggi

  • Caratteristiche organolettiche, nutrizionali e morfologiche
  • Classificazione (caratteristiche merceologiche): a gambo, a radice, a frutto
  • Varietà e stagionalità
  • Stoccaggio e shelf-life dei prodotti ortofrutticoli
  • Le lavorazioni preliminari degli ortaggi
  • Tecniche di cottura
  • Tecniche di conservazione
  • Terminologia tecnica

Cereali, uova, legumi, grassi e frittura

  • Caratteristiche organolettiche, nutrizionali e morfologiche
  • Caratteristiche merceologiche
  • Classificazione e distinzione merceologica
  • Tecniche di cottura delle uova: in acqua con guscio (alla coque, barzotte, sode), in acqua senza guscio (poché), in cocotte, in stampi, in padella, al piatto, al tegamino, omelette, strapazzate, soufflé, omelette soufflé, flan, budino
  • Le varie tipologie di grassi: grassi animali e grassi vegetali
  • I benefici derivanti dal consumo di olio extra vergine d’oliva
  • Crepes: impasto, cottura, farcitura e gratinatura
  • Caratteristiche organolettiche, nutrizionali e morfologiche di riso, falsi cereali e legumi
  • Importanza della genetica del chicco e del processo di macinazione dei cereali
  • Le principali fasi di lavorazione e le diverse varietà del riso e il loro corretto utilizzo in cucina
  • I principali cereali: orzo, segale, avena e frumento
  • Le varie tipologie di grassi: grassi animali e grassi vegetali
  • I benefici derivanti dal consumo di olio extra vergine d’oliva
  • Regole per una buona e sana frittura e le diverse tecniche: all’inglese, alla francese, all’italiana, in involucri speciali, in pastella, in tempura, frittura alta, bassa e moderata
  • Tecniche di confezionamento
  • Le attrezzature per la conservazione, lavorazione e cottura: funzionamento, manutenzione e disinfezione
  • Tecniche di cottura
  • Tecniche di conservazione
  • Tecniche e regole per una buona e sana frittura

Buffet e banchetti

  • Le varie tipologie di buffet e l’organizzazione del servizio: coffee-break, cocktail party, buffet di prestigio con allestimento scenografico, buffet per colazioni di lavoro, finger food e tapas.
  • Pianificazione delle preparazione per piatti da buffet.
  • La decorazione di piatti e vassoi per buffet.
  • Pianificazione delle preparazione per piatti.
  • Realizzazione di alcuni piatti per buffet: salmone marinato, acciughe marinate, prosciuttini, parmigiane di melanzane e zucchine, insalatine di vegetali, polpo e seppie con sedano croccante, coniglio in porchetta, rollatine di pollo, rollatine di spigola e ricotta, roastbeef, lasagne, timballi, quiche, torte salate.
  • Gli aperitivi da buffet: panzerotti, crocchette di patata, arancini di riso, canapès, tartellette, bruschette, bavaresi salate.
  • Il catering e il banqueting: esempi di gestione di un banchetto all’esterno con preparazione anticipata, stoccaggio e trasporto corretto delle derrate alimentari.
  • Realizzazione di piatti per banchetti: cottura, mantenimento e rigenerazione delle pietanze prima del servizio.
  • Tecniche e metodi di preparazioni applicabili alla banchettistica.
  • Regole specifiche per la stesura dei menù per banchetti e buffet.

Progettazione di menù, food cost e gestione

  • Nozioni di nutrizione e alimentazione.
  • Principali diete moderne e le loro caratteristiche nutrizionali: vegetariana, macrobiotica ed eubiotica.
  • Tecniche di gestione ristorativa e organizzazione del posto di lavoro.
  • Pianificare le operazioni per l’evasione degli ordini di sala.
  • Gestire l’approvvigionamento di materie prime e attrezzature.
  • Criteri e tecniche di composizione di diverse tipologie di menù.

Mise en place e preparazione dei piatti tradizionali

  • Sistematico controllo degli utensili utilizzati, dei condimenti e degli ingredienti di base, che variano da partita a partita.
  • Il constante riordino della postazione da lavoro.
  • Organizzazione del servizio e gestione del pass.
  • Impostazione del servizio e gestione delle comande in funzione alle diverse partite.
  • Simulazione e preparazione del servizio con allestimento sala e tavoli.
  • Realizzazione dei piatti tradizionali della cucina italiana: antipasti, primi piatti e secondi piatti.

L’inglese in cucina

  • Elementi grammaticali di base
  • Terminologia tecnica

Pasticceria di base

  • Pianificazione del lavoro: ingredienti, tecniche e organizzazione del lavoro.
  • I principali impasti di base: pasta frolla, pasta brisée, pasta sfoglia, pan di spagna, pasta choux con relative preparazioni.
  • I prodotti lievitati: pasta brioche, croissant, kranz, danesi.
  • Le principali preparazione sulle torte da forno.
  • Le torte da forno: caprese al cioccolato, torta al limone, plum cake all’arancia, torta paradiso.
  • Le creme: inglese, pasticcera, chantilly, crema frangipane.
  • I dolci al cucchiaio: creme caramel, panna cotta, mousse al cioccolato, creme brulèe, bavarese all’arancia, mousse al cioccolato, bavarese alla vaniglia, tiramisù, tortino al cioccolato.
  • I semifreddi, i biscuit, il gelato e il sorbetto.

Sicurezza nei luoghi di lavoro per lavoratori addetti ad attività classificate basso rischio

FORMAZIONE GENERALE:

  • concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione;
  • organizzazione della prevenzione aziendale;
  • diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali;
  • organi di vigilanza, controllo e assistenza

FORMAZIONE SPECIFICA:

  • Il documento di valutazione di rischi (contenuti, specificità e metodologie).
  • Organizzazione del lavoro.
  • Ambienti di lavoro.
  • I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi.
  • Il rischio da stress lavoro-correlato.
  • I dispositivi di protezione individuale e descrizione di alcuni dispositivi di protezione individuale inerenti alle tipologie di attività presenti.
  • Le procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico.
  • I principali fattori di rischio e le relative misure di prevenzione, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione, panoramica delle varie fonti di rischio sulla base alle attività presenti.
  • Utensili taglienti e coltelli.
  • Esposizione a temperature elevate.
  • Ambienti di lavoro e di passaggio.
  • Elettrici generali.
  • Microclima e illuminazione.
  • Rischi infortuni.
  • Meccanici generali.
  • Movimentazione manuale carichi.
  • Movimenti manuali ripetitivi.
  • Incidenti e infortuni mancati.
  • Le procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico.
  • Lettura di un documento di valutazione del rischio.
  • Rischi biologici, posture incongrue.
  • Procedure esodo e incendi.
  • Procedure organizzative per il primo soccorso.
  • Segnaletica.
  • Emergenze.

HACCP

  • Igiene alimentare, con particolare riguardo alle misure di prevenzione dei pericoli igienico sanitari connessi alla manipolazione degli alimenti
  • Applicazione delle misure di autocontrollo e dei principi HACCP correlati allo specifico settore alimentare ed alle mansioni svolte dal lavoratore stesso
  • Rischi identificati
  • Punti critici di controllo relativi alla fasi della produzione, stoccaggio, trasporto e/o distribuzione, sulle misure correttive, le misure di prevenzione e la documentazione relativa alle procedure

Verifica dell’apprendimento

  • Verifica delle competenze e conoscenze acquisiste.

Sei pronto a cambiare la tua vita?

Oppure chiamaci al +39 0761 445160

#CAMPUSETOILE

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK

Segui l'Etoile Academy su Facebook
Segui l'Etoile Academy su Twitter
Segui l'Etoile Academy su Instagram
Segui l'Etoile Academy su LinkedIn
Segui l'Etoile Academy su YouTube

CONTATTI

ETOILE CULINARY CAMPUS SRL
SCUOLA DI CUCINA E PASTICCERIA

Entra in contatto con il Campus Etoile Academy

info@campusetoile.com

Chiama per informazioni sulla Chef Academy by Rossano Boscolo

Tel: +39 0761 445160 Fax: +39 0761 436592

La Scuola di cucina e pasticceria di Tuscania

Largo Della Pace, 1 01017 Tuscania, VT

Etoile Culinary Campus

P.IVA / C.F: 02123090561