Tre mesi volano quando ogni giorno spendi energie per alimentare un sogno. È quello che hanno provato gli allievi dei Lunghi Percorsi Diventa Chef e Diventa Pasticcere durante il tradizionale buffet di fine corso di sabato 10 dicembre.
Partiti dalle preparazioni base lo scorso settembre, i ragazzi hanno dato prova di aver raggiunto risultati impeccabili. Ora sono pronti a fare il grande salto nel mondo del lavoro.

In una giornata come questa le ore trascorse nei laboratori a fare pratica acquistano un senso più ampio. “Questa scuola non è una passeggiata – racconta Luigi, allievo di Cucina – ci vuole tanto impegno ma la fatica e gli sforzi vissuti ci stanno dando la carica per affrontare con il giusto spirito lo stage”.

Per Adriana, futura Pasticcera, “i buffet preparati da noi allievi sono i momenti più emozionanti del percorso all’Etoile perché riesci ad avere una misura tangibile dei progressi”.

“È stata un’esperienza superiore alle aspettative – racconta Roberto, allievo di Cucina –. A 14 anni avrei voluto fare l’alberghiero ma i miei genitori non erano d’accordo. Iscrivermi all’Etoile è stata la mia rivincita”.

“Non dimenticherò mai la prima volta che ho messo piede nei laboratori della scuola” ci confessa la giovanissima Sara giunta a Tuscania da Napoli. Come in un puzzle, riaffiorano i ricordi di questi tre intensi mesi al Campus. Ad assistere allo spettacolo dei buffet ci sono gli allievi che inizieranno la loro avventura il 9 gennaio: l’evento sigla così il passaggio di testimone tra “vecchi” e nuovi allievi.

Mancano ancora pochi giorni alla fine delle lezioni dopodiché ognuno seguirà la sua tangente. I ragazzi lo sanno bene e hanno già nostalgia del tempo trascorso insieme al Campus. È Andrea, futuro chef, a tirare in ballo la domanda che passa per la testa un po’ a tutti. “Come farò senza i miei compagni di corso? La sorpresa più bella di questa esperienza è stata stringere vere amicizie che rimarranno per sempre“.