L’Etoile apre le porte al pastry chef Antonio Chiera per un’immersione a 360 gradi sul mondo croissant. Pasta all’italiana, alla francese, ricca, integrale, brioche, veneziane e tante altre tipicità saranno le protagoniste della masterclass del 21 e 22 ottobre.

“Entrare all’Etoile in veste di docente è per me la più grande ricompensa della mia carriera. Ho iniziato a fare il pasticcere all’età di 11 anni, mi sono formato sostanzialmente da autodidatta e conosco bene il contributo che ha dato Rossano Boscolo alla pasticceria professionale. Il mio approccio didattico è un invito a guardare con occhi nuovi la tradizione partendo dalla profonda conoscenza delle materie prime”.

Filo conduttore dell’incontro con Chiera è la grande tradizione italiana dei lievitati, “un’arte in cui più che copiare pedissequamente le ricette è necessario avere piena padronanza delle tecniche, dal bilanciamento dell’impasto alla cottura. La croissanteria che mi rispecchia non fa uso di colori, dal giallo al ver esalta i toni naturali degli impasti”.

Alla pasta croissant d’eccellenza Chiera dedicherà un libro di prossima uscita. Si tratta della seconda prova editoriale dell’autore, balzato all’attenzione con la pubblicazione de “l mondo dei semifreddi. La mia pasticceria gelata” (Maglio Editore). A firmare il prologo il Maestro spagnolo Paco Torreblanca che lo definisce un “magnifico libro di uno straordinario professionista”.

Sottovalutato negli ultimi anni, il semifreddo all’italiana è stato portato alla ribalta anche grazie alla ricerca di Antonio Chiera. “Lo considero uno dei dessert più interessanti e versatili nonché l’anello di congiunzione tra pasticceria e gelateria”.