Cani di razza, definito dai suoi autori “il corto che va contro tutte le regole del corto”, vince il premio come miglior cortometraggio al Roma Web Fest.

“Un altro premio che ci riempie di soddisfazione: grazie alla giuria, grazie agli organizzatori del Festival e grazie soprattutto a tutti coloro che hanno lavorato e stanno lavorando ad un corto che va contro tutte le regole dei corti”, è il commento della casa di produzione Kahuna Film.

Diretto da Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta e prodotto con il sostegno di Rai Cinema, lo short film è stato recensito positivamente da Mymovies.it che l’ha collocato nella “non amplissima categoria dei corti italiani di qualità”.

Cani di razza è stato in parte finanziato dal Campus Etoile Academy, main sponsor del corto. Lo chef Rossano Boscolo, tra l’altro protagonista di alcuni sketch girati all’interno della scuola di cucina di Tuscania, ha creduto sin da subito nel progetto e ha deciso di scommettere nella realizzazione della commedia.

Parte del cortometraggio è ambientato proprio all’interno del Campus con la partecipazione di tanti allievi della scuola di cucina.

Il corto affronta da una prospettiva inedita e dissacrante il tema della disabilità, facendone emergere le contraddizioni e i finti perbenismi.

Protagonisti sono Giulio e Vincenzo, due sceneggiatori trentenni interpretati da Niccolò SenniGiuseppe Ragone che, rifiutata l’ennesima richiesta di finanziamento, decidono di scrivere un cortometraggio ad hoc per vincere il Nastro d’Oro. Per impietosire il pubblico Vincenzo, propone come protagonista suo cugino Corradino, un ragazzo sulla sedia a rotelle, che può comunicare solo tramite una voce computerizzata. Corradino accetterà ma ad una condizione: dovrà essere anche il regista dell’opera. I due sceneggiatori inoltre saranno obbligati ad inserire nel cast un noto attore italiano che piace al “sistema”, come pedina fondamentale per ottenere il finanziamento del ministero. L’opera convince critica e pubblico, vincendo l’agognato premio. Ma il neo regista, contro ogni finto buonismo, se ne approfitterà costringendo i due sceneggiatori a scendere dal carro dei vincitori.

roma-web-fest

La premiazione durante il Roma Web Fest