Il viaggio di Dario nei migliori ristoranti d’Europa inizia nel 2012 dopo aver frequentato il corso di Cucina del Campus Etoile Academy. “Ho girovagato perché volevo apprendere il più possibile”, ci racconta. E pare esserci riuscito.

Dopo aver conquistato la Qualifica Professionale da chef, Dario ha scelto di confrontarsi con le insegne brillanti della gastronomia italiana e non solo: “Ho lavorato a L’imbuto di Lucca (1 stella Michelin), sono stato capo partita nel ristorante Pierino Penati e al Murano di Londra (una stella Michelin) . Poi ho fatto un breve periodo di stage presso il ristorante Villa Crespi, due stelle Michelin”.

Grazie all’esperienza accumulata, questo giovane talento sbocciato all’Etoile è approdato al ristorante di pesce Mirò, a Santa Marinella, dove oggi si occupa di tutti gli aspetti organizzativi, dal personale alle forniture, al menù. Nella sua brigata c’è anche un ex allievo del Campus Etoile Academy che lavora come capo partita. Questa particolare “combinazione” ci ricorda come la cucina sia una terreno in continua evoluzione, in cui chi ha solide basi e voglia di fare può farsi strada e scalare il successo, come ricorda Dario.

“La mia è una grande responsabilità ma che giunge a coronamento di una gavetta in cui non mi sono fatto mancare persino un’esperienza in un laboratorio di pasticceria. M’ispiro a una cucina del territorio prettamente di mare e rivisitata ad alti livelli sia per quanto riguarda gli abbinamenti che l’estetica. Ho la possibilità di usare prodotti di eccellente qualità, materie prime stagionali e fresche, gli unici prodotti da freezer sono abbattuti freschi da noi”.